frutta brutta

Frutta brutta ma buona e scontata

Piuttosto che buttare la frutta e la verdura nata con qualche malformazione, la catena francese di supermercati Intermarché ha deciso di vendere comunque questi prodotti, ma ad un prezzo più basso rispetto al solito (30% in meno), valorizzando in questo modo la frutta brutta ed evitando gli sprechi!

Non trovate sia una bellissima iniziativa?

Chi coltiva un orto sa benissimo che i frutti di Madre Natura non sono fatti con lo stampino, quindi capita che nascano prodotti non proprio bellissimi. Ma è forse l’estetica che determina la bontà e la genuinità di prodotto? Sembra di si a giudicare da come la gente al supermercato sceglie quale mela acquistare..

Lo scopo di Intermarché è proprio questo, mettere a disposizione un apposito banco nel reparto ortofrutta, con un packaging che ne valorizzi la “bellezza interiore”, cioè la bontà e la genuinità!


Intermarché ha voluto in questo modo sensibilizzare i consumatori sul problema molto spinoso dello spreco alimentare: secondo dati Fao, ogni anno il 30% del cibo prodotto per il consumo umano viene sprecato!

Autore Dott.ssa Alessandra Esposito

Biologa Nutrizionista, esperta in nutrizione umana e culinary nutrition.

Leggi anche

la colomba

Come acquistare la colomba?

Se come me vi siete ridotti all’ultimo per acquistare la colomba pasquale, non preoccupatevi, siete ancora in …