nutrizione

Early-Life Nutrition: l’importanza della nutrizione nelle prime fasi di vita

Cari mamme e papà,

Inizia con questo post la mia avventura insieme a voi con la mia rubrica pediatrica all’interno di I love Foods.

La gestione della salute e del benessere del bambino è del tutto peculiare e questo accade perché la pediatria non è una specialità d’organo, essendo associata ad un’eccezionale dinamicità di eventi, e perché la cura del bambino significa operare per quel progetto di vita. Il bambino è diverso dall’adulto, è un essere in continua evoluzione e quindi mai uguale a se stesso.

La grande disponibilità di cibo e la sempre più diffusa sedentarietà hanno portato ad un crescente aumento dell’obesità infantile che sta provocando un vero e proprio allarme sanitario e sociale. Negli ultimi decenni la frequenza di sovrappeso e obesità è andata significativamente aumentando. In Italia, i dati ministeriali ci indicano una frequenza media di sovrappeso del 24% e di obesità del 12% nella fascia tra i 6-11 anni. Quindi più di un bambino italiano su 3 è sovrappeso.

nutrizione

In particolar modo durante le prime fasi della vita, quando è massimo lo sviluppo dei diversi organi, l’espressione dei geni viene regolata da fattori esogeni, soprattutto dai nutrienti e dallo stile di vita, attraverso meccanismi molecolari detti “epigenetici” che permangono e spiegano il rischio di insorgenza di malattie sia nell’immediato, che a distanza di anni. Da qui l’importanza della nutrizione dal periodo pre-concezionale fino ai 3 anni di vita ed il ruolo fondamentale di tutti coloro che seguono le future mamme ed i loro bambini.

All’interno della mia rubrica riassumerò le basi della nutrizione sia in fase pre-natale che post-natale, spiegando come un’alimentazione corretta possa incidere positivamente e significativamente sulla salute, anche durante l’età adulta. Fornirò quindi consigli pratici ed esempi utili su come favorire cambiamenti positivi durante ciascuna fase dello sviluppo.  

Inoltre, tengo a sottolineare che la nutrizione nelle prime fasi di vita influenza anche le preferenze alimentari. E’ infatti dimostrato che i gusti si delineano proprio in questo periodo. Lo sviluppo del gusto, fondamentale per creare abitudini e preferenze alimentari adeguate, inizia infatti in gravidanza, quando il bambino riceve odori e sapori attraverso il liquido amniotico, per proseguire durante l’allattamento al seno e continuare durante l’alimentazione complementare e nei primi anni di età.

E’ necessario dunque agire ed educare sin dai primi anni ad una corretta alimentazione. 

In tal senso, un ruolo strategico lo assumono proprio la famiglia e le strutture, asili nido e scuole, dove il bambino trascorre gran parte della giornata, e che possono quindi contribuire moltissimo allo sviluppo di uno stile salutare che stimoli nel bambino una coscienza alimentare autonoma orientata verso scelte nutrizionali corrette.

Photo Credit:
http://www.nonsprecare.it/wp-content/uploads/2014/03/agrinido-agriscuola-bambini-natura-orto-1.jpg
https://thezeit.files.wordpress.com/2015/03/bigstock-kids-eating-healthy-fresh-frui-42319654.jpg

Autore Dott.ssa Carlotta Mastella

Dott.ssa Carlotta Mastella
Laureata in Medicina con 110 e Lode presso l'università Meyer di Firenze e futura Pediatra, dedica il suo tempo ad approfondire tutto ciò che riguarda la salute dei più piccini, in particolar modo la nutrizione in età infantile.

Leggi anche

dieta

Dieta post-vacanze: cosa (non) fare

Le vacanze sono (ahimè) finite praticamente per tutti e, una volta svuotata la valigia, difficilmente …