Attenzione agli inganni alimentari

In molti mi avete chiesto di pubblicare un articolo che spiegasse a cosa è importante stare attenti quando si sta riempiendo il carrello della spesa, ed eccovi accontentati.

Ho raccolto e documentato i 5 più comuni inganni alimentari dai quali è molto facile essere imbrogliati così che da domani possiate guardare con occhi diversi i prodotti che state per acquistare.

1. IL FALSO INTEGRALE

Sappiamo tutti perfettamente che i prodotti integrali sono qualitativamente migliori rispetto a quelli raffinati in quanto più completi nutrizionalmente ma anche più sani per la nostra salute in generale.
Ora sono infatti molto più presenti sugli scaffali dei nostri supermercati frollini, crackers, cereali, piadine.. tutti rigorosamente integrali. Ma la dicitura “INTEGRALE” sarà veritiera?

inganni alimentari

Prima di acquistare un prodotto “presunto” integrale a colpo sicuro, è bene girare la confezione e leggere attentamente la lista degli ingredienti:

inganni alimentari

Come potete ben vedere, dopo l’ingrediente “farina integrale di grano tenero 24,2%” si apre una parentesi (ed è proprio questa parentesi che deve insospettirvi!!!) che vi rivela la realtà. Non si tratta di farina integrale ma di farina di grano tenero di tipo “0”, con l’aggiunta della crusca di grano e cioè lo scarto della farina integrale! Ciò che manca, che è poi l’elemento chiave del prodotto integrale è il germe di grano, la parte vitale del chicco ricca di grassi buoni e antiossidanti come la vitamina E.
Un vero prodotto per essere integrale deve presentare nella lista degli ingredienti “farina integrale” senza nessuna parentesi dopo!
Fate attenzione a questi prodotti, li pagate di più pensando che facciano bene alla vostra salute ma fanno solo male al vostro portafogli!

2. IL CIOCCOLATO FONDENTE

inganni alimentari

La vostra nutrizionista vi ha raccontato dei benefici che apporta il cioccolato fondente sulla nostra salute e ora siete al supermercato pronti ad acquistare la vostra stecca? Attenzione perchè l’aggettivo fondente non è sinonimo di qualità, è la percentuale di cacao che fa la differenza e in base a quella dovete scegliere quale cioccolato acquistare.

inganni alimentari

Un cioccolato fondente di qualità deve avere una percentuale di cacao almeno del 70% altrimenti, che fondente è? Per non parlare che in questo prodotto il primo ingrediente è lo zucchero!

Fondente? Mica troppo!

3. MARMELLATA/CONFETTURA

Quali sono gli elementi che vi portano a scegliere quale marmellata acquistare?

inganni alimentari

Controllate mai la percentuale di frutta presente e soprattutto la posizione della frutta rispetto allo zucchero nella lista degli ingredienti?

Diapositiva1

In una marmellata/confettura di qualità il primo ingrediente DEVE essere necessariamente la frutta (in questo caso arance amare) e non lo zucchero (succo di mela)! Inoltre la percentuale di frutta dovrebbe essere almeno del 60%.

Comprando questo prodotto consumerete zucchero al gusto di arancia!

4. I FINTI PRODOTTI LIGHT

Fate attenzione ai prodotti light perchè nel 90% dei casi hanno si meno grassi, ma molti più zuccheri!
Quindi, anche in questo caso, controllate l’etichetta del prodotto: lista degli ingredienti e la loro posizione nell’elenco.

inganni alimentari

inganni alimentari

Perché dovremmo scegliere di consumare un prodotto povero di grassi ma ricco di zuccheri, addensanti, coloranti e aromi?
Se vi dicessi, inoltre, che tutti i più recenti studi scientifici hanno dimostrato che il principale problema della nostra alimentazione è l’enorme quantità di zuccheri onnipresenti nei vari prodotti?

5. “CON OLIO D’OLIVA”

Ricordatevi di leggere sempre la lista degli ingredienti anche quando a caratteri cubitali trovate scritto sul fronte del prodotto “ALL’OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA” perchè potreste comunque trovare delle belle sorprese..

inganni alimentari

inganni alimentari

Nella lista degli ingredienti ritroviamo l’olio di palma, posizionato addirittura prima dell’olio extravergine d’oliva! Questo significa che la quantità di olio di palma nel prodotto è maggiore rispetto al miglior grasso per la nostra salute: l’olio extravergine d’oliva!!

Occhi aperti perchè sono moltissimi i produttori che cercano contemporaneamente di ingannarci e guadagnarci.
Il miglior modo che abbiamo per difenderci è informandoci!!

Autore Dott.ssa Alessandra Esposito

Biologa Nutrizionista, esperta in nutrizione umana e culinary nutrition.

Leggi anche

Come scegliere il dado vegetale?

Quante volte vi è capitato di avere bisogno nell’immediato di un po’ di brodo vegetale …