scegliere l'abito giusto

COME SCEGLIERE L’ABITO GIUSTO PER IL PROPRIO FISICO

Quante volte vi siete innamorate di un abito che ai vostri occhi sembrava perfetto ma poi, provandolo, ne siete rimaste deluse? Scommetto che il primo pensiero è stato quello di incolpare il vostro corpo e tutti i suoi difetti. Se vi è capitato almeno una volta state pure tranquille perché è quello che fa la maggior parte delle persone. La verità, però, è che non è il vostro corpo ad essere sbagliato ma l’abito che avete provato! Si, perché esiste sempre l’abito perfetto per la propria fisicità e quello, evidentemente, non lo era.

Come si fa a scegliere l’abito giusto per il proprio fisico?

Avete mai sentito parlare di fisico a triangolo, rettangolo, clessidra? O di fisico a mela, pera, peperone? Sono alcune delle categorie con le quali si possono descrivere le forme del corpo femminile ed è proprio la risposta che state cercando. Che si scelga di usare la geometrica o la variante vegetale, poco importa. Lo scopo è: conoscere la forma del vostro corpo!

I vantaggi che otterrete saranno enormi! Imparerete ad applicare alla vostra figura la tecnica del camouflage, ovvero a usare abiti e accessori strategici per valorizzare i punti di forza e camuffare i punti deboli della vostra silhouette. In termini pratici, significa sapere esattamente cosa vi dona e cosa no, smettere di fare acquisti sbagliati e risparmiare tanto denaro. Niente male, vero? Allora cominciamo subito.

Ecco le caratteristiche delle 5 figure: divertitevi a scoprire la vostra!

  1. Clessidra. È una figura ben proporzionata perché, insieme a un punto vita sottile, ha la circonferenza del torace più o meno identica a quella dei fianchi. Chi presenta queste caratteristiche ha anche la fortuna di mettere su peso in modo omogeneo, mantenendo il tanto invidiato “vitino da vespa” e le forme sinuose.

Obiettivo: Enfatizzare le curve e la vita sottile.

  1. Triangolo o peraFacile da immaginare, questa struttura appare sproporzionata nella parte bassa del corpo proprio come una pera. I suoi punti difficili, infatti, sono rappresentati dai fianchi e dalle cosce dove tende ad accumulare i chili di troppo. Il seno, invece, è solitamente poco prosperoso e la vita sottile (come la clessidra).

Obiettivo: portare equilibrio e volume nella parte superiore del corpo.

  1. Triangolo invertito o fragolaAl contrario della figura precedente, in questo caso è la parte alta del corpo ad essere sbilanciata. La circonferenza del torace, infatti, è più ampia rispetto a quella della vita e dei fianchi e presenta un seno prosperoso. Ricorda un po’ le proporzioni della figura maschile e, come questa, tende a mettere peso in modo omogeneo su tutto il corpo.

Obiettivo: riequilibrare la parte inferiore con più volume.

  1. Rettangolo o bananaBen lontana dalle curve femminili della clessidra, questa figura è sbilanciata nella parte dell’addome a causa di un punto vita poco segnato e quasi coincidente con la circonferenza del torace e dei fianchi. Il suo vantaggio? Tende ad ingrassare pochissimo!

Obiettivo: aggiungere curve con volumi strategici.

  1. Ovale o melaSbilanciata nella zona del girovita, che si presenta più ampio rispetto alla circonferenza del torace e dei fianchi, è proprio sull’addome che tende ad accumulare i chili in più. Il suo punto di forza? Gambe slanciate e particolarmente snelle rispetto alla parte superiore.

Obiettivo: distogliere l’attenzione dal punto vita.

Potete analizzare le vostre caratteristiche guardandovi allo specchio; oppure fatevi scattare una foto a figura intera (possibilmente in biancheria intima) e osservatela attentamente.

Siete riuscite a riconoscervi in una delle figure elencate? Bene! Avete l’elemento chiave per trovare il vostro abito.

Autore Simona Nasole

Simona Nasole

Consulente d’Immagine e Personal Shopper specializzata allo IED Moda di Milano. Curatrice del sito www.stylecoaching.it

Leggi anche

little black dress

LITTLE BLACK DRESS: A CIASCUNA IL SUO

Qual è quel capo di abbigliamento che ci salva da ogni situazione e che ogni …